Lewis: “Puntiamo al salto in serie B ma dobbiamo essere più aggressivi. Pozzuoli? Città fantastica”!


John Lewis, ala forte americana della Virtus

John Lewis, ala forte americana della Virtus

Nel gruppo della Virtus Pozzuoli allenato da Mauro Serpico l’ala forte americana John Lewis ha dimostrato in queste prime 14 gare di campionato di essere un autentico leader. Per il cestista originario della Louisiana parlano i numeri: 257 punti realizzati con una media di 18.4 a gara e con il picco di 26 toccato nell’ultima partita in casa del Nola. Nella classifica generale dei marcatori del campionato Lewis è al quarto posto e tallona molto vicino le prime tre posizioni. “Questi primi cinque mesi alla Virtus Pozzuoli sono stati una bella avventura – spiega il giocatore statunitense -. Sono arrivato senza sapere cosa mi aspettasse, dopo aver terminato il campionato in Australia poche settimane prima di quello italiano. Mi ritengo soddisfatto e, inoltre, qui ho imparato molto sotto l’aspetto dell’abilità in campo e anche nel concetto della difesa forte e di combattere fino alla fine del match. Diciamo che si sta verificando un po’ quello che dentro di me credevo cioè una stagione lunga e di lavorare sodo per costruire ogni vittoria settimana dopo settimana“.

Lewis contro Sarno

Lewis contro Sarno

Parole quelle di Lewis che ben lasciano intendere il suo carattere da trascinatore. “I nostri punti di forza sono la capacità atletica che abbiamo e la forza che ci mettiamo in ogni partita – afferma il cestista gialloblù -. Siamo in grado di fare canestro facilmente anche quando le squadre avversarie ci pressano. La nostra debolezza? Forse non siamo sempre aggressivi sia in attacco che in difesa: ma tutto sommato possiamo battere chiunque affrontiamo“. Quindi, si passa a parlare del compagno di squadra con cui ha legato di più e del rapporto con l’allenatore. “Renato Orsini e la sua famiglia mi trattano come uno di loro e come se ci conoscessimo da sempre – spiega -. Ma anche con il resto del gruppo c’è una grande armonia. Il tecnico Mauro Serpico? E’ uno che ha una grande voglia di vincere: mi piace molto il suo modo di allenare e di colloquiare con la squadra. E’ uno che dà la libertà di giocare quando siamo sul parquet e quando sapete che il vostro allenatore ha grande fiducia in voi rende tutto più facile e divertente“.

12342847_1057086794322667_8775962921726634525_n

Poi, lanciamo all’americano l’assist su obiettivo e sulle maggiori antagoniste. “Il nostro scopo è quello di vincere i play off e di essere promossi in serie B – dice Lewis -. Il Cilento Basket è la formazione più tosta contro cui abbiamo giocato. Loro sono affiatati e giocano assieme da diversi anni ed è stato difficile per noi. Però sono certo che la prossima volta che li incontreremo l’esito della gara sarà ben diverso“. Quindi, parla di Pozzuoli. “E’ una città che si è rivelata migliore di quanto mi aspettassi – conclude Lewis -. E’ piccola ma ha tutto ciò che ti serve a portata di mano. La cosa che mi piace di più sono i piatti che ho mangiato: veramente buonissimi“. Infine, un messaggio ai tifosi e alla gente di Pozzuoli. “Noi puntiamo a vincere sempre e a scrivere la storia e l’apporto dei tifosi sulle gradinate del Pala Errico è determinante: spero che vengano a vederci sempre più gente“, conclude Lewis.