Regolamento LNP Radio e TV


REGOLAMENTO LNP PER LE RIPRESE TELEVISIVE

CAMPIONATO SERIE B

Art. 1 – In caso di selezione della gara per la diretta televisiva (sia partner televisivo nazionale che LNP TV), nel più breve tempo possibile ciascuna Società deve documentare alla LNP le eventuali indisponibilità dei rispettivi impianti per le giornate di domenica (e delle altre) prescelte per le dirette con il partner televisivo nazionale e/o LNP TV. Al fine di evitare, in caso di anticipo, la concomitanza con altri avvenimenti e manifestazioni programmati dagli Enti proprietari degli impianti.
Art. 2 – Entro gli stessi termini, ciascuna Società può formulare un elenco di incontri interni, tra i quali raccomanda che possa cadere la scelta degli incontri da diffondere. Tale indicazione non ha carattere vincolante, ma solo indicativo, potendo essere scelta qualsiasi altra partita.
Art. 3 – L’anticipo di una gara casalinga è atto dovuto cui non può essere opposto alcun ostacolo e divieto.
Art.4 – Nessuna obiezione può inoltre essere sollevata dalle Società che vedano anticipato a giornata da definire i loro incontri in trasferta.
Art.5 – Studiata congiuntamente al pool sportivo della/e emittente/i partner di LNP un’ipotesi di massima di programmazione delle variazioni di calendario per motivi televisivi (partner nazionale ed LNP TV), in gruppi comprendenti gare di più turni delle varie fasi del campionato, LNP segnala immediatamente alle Società interessate l’eventuale partita prescelta. Nel caso in cui la Società ospitante non proponga opposizione, entro i due giorni successivi, con motivazioni legate ad indisponibilità dell’impianto di gioco, il consenso è dato come concesso. Contro una valutazione che respinga l’opposizione della Società ospitante, non è ammessa alcuna impugnazione. Scaduto il termine per proporre opposizione, il consenso è dato per concesso e diviene atto dovuto. Nessuna opposizione può essere proposta per gli incontri dei playoff. L’opposizione ed il consenso devono essere espressi da un rappresentante legale della Società, a mezzo fax o mail (info@legapallacanestro.com). Definita la programmazione fra LNP e la/le emittente/i licenziataria/e non è più ammessa alcuna riserva od opposizione. La programmazione può essere modificata, ad insindacabile giudizio e valutazione congiunta delle parti contraenti (LNP e la/le emittente/i licenziataria/e).
Art.6 – Nell’effettuare la programmazione, FIP, LNP e la/le emittente/i licenziataria/e, nell’ambito di una ripartizione degli anticipi che possa concedere visibilità tv al maggior numero di squadre partecipanti, terrà necessariamente conto: 1) del valore tecnico o per la classifica della gara prescelta; 2) dello standard qualitativo dell’impianto di gioco e del rispetto di tutti i parametri richiesti, al fine di garantire al Service televisivo le migliori condizioni logistiche per la produzione e la trasmissione dell’evento. Come da richiesta specifica del partner televisivo nazionale (distribuzione tribune, finestrature, illuminazione, led bordocampo). 3) di una cornice di pubblico in grado di offrire un’immagine in linea, se non migliorativa, dei dati di afflusso del campionato, al fine di confezionare e mostrare un prodotto che rappresenti al meglio e sia in grado di veicolare l’appeal globale del torneo.
Art.7 – Per la diffusione televisiva di incontri per i quali non sia previsto spostamento di data e orario, non è richiesto alcun preventivo consenso alle Società in gara, cui dovrà essere soltanto comunicato l’avvenuto accordo con la la/le emittente/i licenziataria/e.
Art.8 – Nel redigere i contratti con le emittenti locali per la diffusione delle proprie gare, le Società avranno cura di far inserire nei relativi testi le più opportune clausole di salvaguardia che li rendono compatibili con le limitazioni dettate del contratto con la la/le emittente/i licenziataria/e in ambito nazionale, e dal presente Regolamento.
Art.9 – Per evitare ipotesi di sovrapposizione delle partite in area locale, le Società appartenenti al medesimo bacino di utenza, ma legate contrattualmente a differenti reti televisive locali, sono tenute a concordare un orario di diffusione che non rappresenti un danno per i rispettivi interessi.
Art.10 – Fatto salvo il nullaosta LNP, è possibile da parte dei Club concedere ad emittenti tv che detengono l’esclusiva del Club il diritto a trasmettere in diretta solo su piattaforma digitale terrestre ed esclusivamente in ambito territoriale regionale partite di campionato non trasmesse dalle emittenti nazionali, esclusiviste e contrattualizzate da FIP/LNP (no WEB, live o on-demand).
Art. 10.1 – Per quanto riguarda i costi tecnici relativi alla messa in onda in diretta di una partita della propria squadra in trasferta, questi saranno a carico della società/emittente tv ospite. Come costi tecnici si intendono tutti i costi aggiuntivi a quelli che la Società/emittente ufficiale di casa dovrà sostenere in aggiunta a quelli – già previsti a suo carico dal Regolamento Media – relativi alla semplice produzione della partita.
La Società/emittente di casa sarà tenuta a fornire il proprio segnale audio-video (se richiesto) alla Società/emittente tv ospite, come già previsto dal Regolamento Media LNP.
Art. 10.2 – Per quanto riguarda i costi di up-link e spazio satellitare (banda), essi saranno a carico della Società/tv ospite.
Art. 10.3 – La Società di casa potrà richiedere, per la trasmissione in diretta su piattaforma di Digitale Terrestre organizzata in totale indipendenza tecnico/organizzativa dall’emittente televisiva ospite, ed unicamente nell’ambito della sua territorialità (a meno di diversi accordi intercorsi tra i Club), un FEE di valore da trattare tra le parti. La presente non costituisce un obbligo, ma un diritto esercitabile.
Art.11 – La gestione del presente Regolamento va intesa alle figure preposte all’interno di LNP, e comunque sotto la vigilanza del Presidente.
Art.12 – Le Società inadempienti rispetto alle obbligazioni di cui al presente regolamento, sono assoggettate alle sanzioni previste dal regolamento di giustizia, approvato dal Direttivo di LNP, ed alle determinazioni del Giudice di Lega.