Virtus, non bastano Bini e Tessitore, ko amarissimo contro la Tiber Roma!


GENNARO TESSITORE, AUTORE DI 27 PUNTI

GENNARO TESSITORE, AUTORE DI 27 PUNTI

Un ko amarissimo per la Virtus Bava Pozzuoli che con cinque punti di vantaggio al 37′ non è riuscita più a trovare il canestro consentendo alla Tiber Roma di vincere. Peccato perché i flegrei hanno giocato bene e trovato in Tessitore e Bini, due autentici mattatori. Il primo ha chiuso con 27 punti, miglior realizzatore, con 6/8 dal perimetro e 10 falli subiti. Mentre, Bini con 21 punti, quasi perfetto dal pitturato. Il primo canestro della gara è dei padroni di casa ma pochi secondi e Mehmedoviq ristabilisce subito la parità. Il match si mostra, comunque, subito molto equilibrato con sorpassi e contro-sorpassi. Al 7′ la Tiber Roma con Lestini si porta sul 13-9. Pozzuoli però è in partita e piazza un break di 7-2 concluso da Bini (15-16 all’8). I laziali provano a dare uno strappo ma i flegrei con Carrichiello chiudono sotto di uno al termine del primo parziale (21-20). Nel secondo parziale break di 4-0 firmato da Tessitore e Bini e i flegrei si riportano di nuovo avanti (21-24 all’11’). Poi, arriva un momento di black out con un parziale di 13-2 di Roma che si porta sul 34-26 al 18′. Pozzuoli non ci sta e con Carrichiello e Mehmedoviq si porta sul 36-34 a metà partita. Nel terzo parziale la Tiber prova a dare uno strappo al match ma Tessitore con una tripla riporta sotto Pozzuoli (40-39). Poi, la Tiber ha un momento positivo con Maresca ma ancora Tessitore con una bomba rimette tutto in discussione (46-44 26′). La gara è vibrante con le due formazioni che lottano punto a punto. E’ una tripla di Longobardi a chiudere il terzo parziale sul 55-54. Nell’ultimo periodo è Tessitore ancora con una tripla a riportare sopra Pozzuoli (55-57 al 31′). Ma i flegrei caricati a pallettoni con una bomba di Bini si portano a +4 (57-61 al 35′). Più passano i minuti più la tensione sale. E’ sempre Bini che mette ancora una tripla al 37′ per il 62-67. Pozzuoli però si ferma e consente ai padroni di casa un parziale di 6-0 (68-67) e nel finale Longobardi sbaglia il canestro del sorpasso a fil di sirena che sarebbe valsa la vittoria. 

IUL BASKET TIBER ROMA 68

VIRTUS BAVA POZZUOLI  67

Iul Basket Tiber Roma: Lestini 18, Galli L. 2, Maresca 14, Galli A., Padovani 7, Algeri 7, Cecchetti 12, Sperduto ne, Corsi ne, Ricciardi 2, Piccinini 6, Dal Sasso. All. Sabatino

Virtus Bava Pozzuoli: Carrichiello 5, Bini 21, Tessitore 27, Conforto , Mehmedoviq 5, Denadic ne, Errico ne, Caresta ne, Mangiapia ne, Di Domenico, Longobardi 3, Dimarco 6. All. Serpico

Arbitri: Marzulli di Binasco e Bavera di Desio

Note: Tiri da 2: Roma 26/54  – Pozzuoli 14/38. Tiri da 3: Roma 2/13 – Pozzuoli 10/27. Tiri liberi: Roma 10/14 – Pozzuoli 9/11. Rimbalzi: Roma 49 (Algeri 10) – Pozzuoli 35 (Carrichiello 7).